Neanche la Passione

Ci fu un cambiamento repentino, così orribile. Divenne di color funereo, appassivano i suoi occhi, e le labbra gli diventavano livide. Si voltò, diritto, passandosi la mano bagnata sulla fronte bruciante; esploso in un respiro ansante: pareva che nel sangue gli si fosse insinuato un tossico dolore.
La sua carne sfiorì in un solo istante, le dovizie del suo corpo decadevano. Lo accompagnai di fuori, mi avvolsi sul suo corpo, come un velo. La sua debolezza lo colse d’improvviso, la stanchezza l’assalì d’un tratto, svigorito dalla corsa, dai suoi ormoni troppo attivi in mezzo al freddo, e neanche la passione riuscì più a scaldarlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...