Blu come l’Eden

Del blu,
che s’impose sul mio sguardo,
nel silenzio della porpora
ammutita
nelle labbra, crogiolanti
e lievi tra le note
di una musica ancestrale.
Avida ambizione,
oltre il gran vociare
della gente
s’esprimeva rigoglioso il proferire
gonfio d’arte, della voce
sua ed intensa,
come poche se ne sentono,
come poche te ne inebriano.

Del blu
delle viscere profonde e più corpose,
del blu del sangue di una vita senza more
ridondante senza il sole,
del blu di quei soli senza autore.

Del blu
di quel fuoco artificiale
sotto il nembo
verticale di chi nasce,
della vita in mezzo all’Eden
dei sudori e del tuo vino
che m’accende.
mi ubriaca

del tuo palco, e i tuoi capelli.

Annunci

Un pensiero su “Blu come l’Eden

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...